The commodification of our digital identity: limits on monetizing personal data in the European context

I dati personali hanno un immenso valore economico e sono utilizzati dalle società per alimentare i propri modelli di business. Tuttavia, questa circostanza non è in sé sufficiente per poter affermare che sia lecito quindi commercializzare i dati personali sul mercato, analogamente a una merce. Il limite entro cui i dati personali possono essere scambiati e monetizzati sul mercato è oggetto di un intenso dibattito. Lo scopo di questo lavoro è esplorare se i dati personali possano essere considerati una controprestazione contrattuale, cioè se possano essere scambiati sul mercato per prodotti/servizi e/o denaro. Viene valutato se questa prospettiva sia coerente con la natura del diritto alla protezione dei dati personali quale diritto fondamentale e con i diritti della personalità in Europa, e quali siano i limiti imposti dal Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati.

Personal data have an immense economic value and are used by firms to power their business models. However, this fact is insufficient to argue that personal data can be lawfully traded on the market, similarly to a commodity. The extent to which personal data can be traded and monetized is the object of an intense debate. The aim of this paper is to explore whether personal data can be considered a counter-performance in an agreement, that is exchanged on the market for products/services and/or money, assessing whether this perspective is consistent with the fundamental rights’ nature of the right to the protection of personal data and with personality rights in Europe, and the limits under the European General Data Protection Regulation.

Share this article!

Share.