La difesa della democrazia pluralista dinanzi alla paura e alla disinformazione

Il paper tratta della paura come fattore politico e di esercizio del potere, che finisce con il condizionare l’esercizio della democrazia stessa; e all’ombra di questa, la trascendenza costituzionale che tutto ciò determina quando la paura è manipolata al fine di instaurare forme di dispotismo o determinare un’involuzione democratica. Ai fini dello studio di questo fenomeno, l’autore analizza, in primo luogo, come la società si caratterizzi in funzione della paura, e soprattutto il ruolo che in questo contesto gioca la disinformazione attraverso Internet e i social network; in seguito, come la democrazia affronti al giorno d’oggi una politica compromessa dalla paura, dalla post-verità e dalla disinformazione, così come l’apparizione di nuovi conflitti e le risposte illiberali che sono state a lungo postulate; inoltre, come affrontare costituzionalmente, dalla prospettiva della Spagna, la difesa della democrazia pluralista di fronte alla paura e la sua manipolazione in relazione alla sicurezza, al patriottismo costituzionale, oltre ad altre forme di contenimento e promozione, tra cui la nuova “Procedura di azione contro la disinformazione”; e per finire, ovviamente, si proporranno alcune considerazioni conclusive che discendono da un’analisi critica di questa proposta.

The paper deals with fear as a factor in politics and the exercise of power, which ends up conditioning the democratic process; and in the shadow of this, the constitutional transcendence that all this determines when fear is manipulated in order to establish forms of despotism or bring about a democratic involution. With a view to studying this phenomenon, the author analyzes, firstly, how society is characterized by fear, and above all the role that disinformation plays in this context through the Internet and social networks; later, how democracy nowadays faces a politics compromised through fear, “post-truth”, and disinformation, as well as the appearance of new conflicts and the illiberal responses that have long been postulated; moreover, how to constitutionally address, from the perspective of Spain, the defense of pluralist democracy in the face of fear and its manipulation concerning security, constitutional patriotism, as well as other forms of containment and promotion, including the new “Action plan against disinformation”; and to finish, of course, some conclusive considerations will be proposed on the bases of the critical analysis of this proposal.

Share this article!

Share.