La nuova riforma europea sul digitale – Le direttive europee e il ruolo delle Autority regionali sulle comunicazioni. Vicini al cittadino. Il ruolo dei Corecom nella tutela degli utenti.

0

Il mio saluto più affettuoso e ringraziamento va alla Presidente del Corecom Lombardia, avvocata Marianna Sala, che ha avuto a cuore farmi intervenire per portare il saluto del Coordinamento dei presidenti dei Corecom, al Presidente dell’Agcom Giacomo Lasorella, alla Commissaria dell’Agcom Dott.sa Laura Aria, al Prof Antonio Martusciello e a tutte le Autorità presenti.

I Corecom hanno da sempre avuto particolare sensibilità nei confronti dei minori e delle problematiche che i ragazzi devono affrontare quotidianamente.

Avevamo a cuore nel periodo anteriore alla pandemia la volontà di intervenire in ambito di dieta digitale rivolta ai minori. I nostri ragazzi hanno però affrontato una rapida accelerazione nell’apprendimento del corretto utilizzo dei media in rete, spesso senza una guida certa da parte delle famiglie e delle istituzioni scolastiche.

Stiamo affrontando una fase di transizione importante che ha visto ognuno di noi coinvolti in un processo di accelerazione tecnologica che nessuno avrebbe potuto immaginare.

Volenti o no, abbiamo rivoluzionato le nostre abitudini professionali, relazionali e abitative, trasformando i tempi della pregressa quotidianità in un nuovo approccio alla vita.

Il lavoro, le relazioni, lo studio, la formazione e anche l’acquisizione di beni di consumo e servizi, sono stati compressi dal passaggio digitale.

Questa accelerazione ha però evidenziato un gap sempre più ampio tra le diverse fasce sociali tra coloro che hanno a disposizione gli strumenti per poter accedere a un corretto servizio educativo e coloro i quali che non hanno avuto l’opportunità di rimanere al passo con l’accelerazione tecnologica.

Vivremo nel corso del prossimo decennio un aumento dei nuovi bisogni di connessione e la rivoluzione 5G sarà al centro delle ambizioni da parte dei consumatori. A questo corrisponderà sempre più un bisogno di tutela dei diritti da parte dei consumatori nei confronti dei fornitori di servizi traffico dati, che troverà naturale soluzione nei servizi che territorialmente i Corecom offrono da circa un ventennio.

I Corecom nell’alveo delle attività gestite in ambito delle funzioni delegate, ha restituito alla cittadinanza circa 40 milioni di euro in tutta Italia grazie alla gestione di un monte di oltre 100mila conciliazioni distribuite tra le diverse regioni italiane. Un servizio che passa oggi attraverso gestione informatizzata delle istanze che posso trovare una soluzione più immediata e rapida anche in fase di preconciliazione.

Ma non solo. I Corecom ricoprono anche un ruolo istituzionale fondamentale sul tema della difesa dei diritti dei minori on-line, ma anche su discriminazione di genere e immagine della donna sui media. Un ambito quest’ultimo su cui non si può derogare perché i fatti tragici di femminicidio, come riportati dalle cronache recenti, riflettono direttamente la percezione della disparità sociale tra donna e uomo. Un cambio di mentalità che parte dalle parole, dato che “femminicidio” risulta parola errata anche per i programmi informatici Word e Outlook.

I Corecom sono e rappresenteranno sempre di più il punto di riferimento in ambito digitale e tecnologico a cui gli utenti potranno rivolgersi per trovare soluzione alle molteplici necessità che sempre di più dovranno gestire online.

La distribuzione territoriale, grazie sia alle funzioni delegate che alle funzioni proprie sarà un valore prezioso di cui i cittadini potranno usufruire.

I Corecom sono attivi e pronti a una innovativa presenza sul campo, al servizio dei cittadini. Il sistema nazionale dei Corecom rappresenta oggi una soluzione performante e qualificata in ciascuna Regione d’Italia.

Partiamo oggi dal Corecom Lombardia, prendendo lo spunto dall’impegno della Presidente Sala, per ripartire con la pianificazione di attività innovative in ambito di educazione digitale, sia per le funzioni proprie che per le funzioni delegate, a fianco e al servizio delle Regioni, dei Consigli Regionali e dell’Autorità

Share this article!

Share.

About Author

Leave A Reply