Garante privacy: no a discriminazioni basate sugli algoritmi. Sanzione di 2,6 milioni di euro a una piattaforma del gruppo Glovo

0

In data 5 luglio 2021, l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali ha dato notizia di aver contestato alla società Foodinho, controllata dalla società di diritto spagnolo GlovoApp23, una serie di gravi illeciti riguardo agli algoritmi utilizzati per la gestione dei propri rider, irrogandole una sanzione pari a 2,6 milioni di euro.

La società infatti non aveva adeguatamente informato i lavoratori sul funzionamento del sistema e non assicurava garanzie sull’esattezza e la correttezza dei risultati dei sistemi algoritmici utilizzati per la valutazione dei rider.

A fronte di tali violazioni della normativa privacy, Foodinho dovrà ora verificare l’esattezza e la pertinenza dei dati utilizzati dal sistema, anche allo scopo di minimizzare il rischio di errori e di distorsioni che potrebbero portare alla limitazione delle consegne assegnate a ciascun rider o all’esclusione stessa dalla piattaforma.

Tale decisione costituisce il primo provvedimento del Garante riguardante i rider, all’esito di un primo ciclo ispettivo sulle modalità di gestione dei lavoratori di alcune delle principali società di food delivery che operano in Italia, e segna anche la prima operazione congiunta di cooperazione europea, ai sensi del Gdpr, con il Garante spagnolo (AEPD).

Source: Garante Privacy – comunicato stampa

Share this article!

Share.

About Author

Leave A Reply