WhatsApp: Garante Privacy porta la questione all’attenzione dell’EDPB

0

L’Autorità Garante per la protezione dei dati personali interviene sulla questione del rinnovo dei termini di servizio dell’app di messaggistica istantanea più popolare al mondo: WhatsApp. L’intervento del Garante è giustificato dalla scarsa chiarezza e dalla mancata trasparenza del messaggio con il quale WhatsApp ha avvertito gli utenti del prossimo aggiornamento dei termini di servizio, previsto per l’8 febbraio.

Nello specifico, l’Autorità Garante rileva che gli utenti non possano evincere, dalla semplice lettura del messaggio di cui sopra, quali siano le effettive modifiche che verranno introdotte, né quali saranno i dati oggetto di trattamento. Pertanto, l’Autorità ha riportato la questione all’attenzione dell’EDPB (European Data Protection Board), dal momento che ritiene che l’informativa attuale non sia idonea a consentire agli utenti europei del servizio di messaggistica istantanea la manifestazione libera e informata del consenso al trattamento dei dati personali.

Fonte: Garante Privacy – Comunicato stampa

Share this article!

Share.

About Author

Leave A Reply