… tu chiamale, se vuoi, liberalizzazioni

0

Questo post è tratto dal blog di Stefano Quintarelli (http://blog.quintarelli.it/blog/2013/07/-tu-chiamale-se-vuoi-liberalizzazioni.html)

Il Pres. Maroni mi ha autorizzato a raccontare che ebbi degli incontri con lui e con il suo staff quando ci fu da decidere se rinnovare o meno la Pisanu.

Come sa qualche addetto ai lavori, all’epoca c’era una ipotesi di eliminare l’autenticazione, inserendo però l’obbligo di log del MAC Address

Va riconosciuto al Pres. Maroni, allora Ministro dell’interno, di essersi imposto eliminando qualunque obbligo, quindi anche del log del mac address (e da allora sono stati presi un tot di cattivi online grazie alle nostre forze dell’ordine cui vanno riconosciute le ottime competenze operative)

Permanevano, post Maroni, gli obblighi relativi al codice delle comunicazioni.

Adesso, con il decreto Fare, il Governo Letta (con un testo un po’ pasticciato) stabilisce che non si è operatori se si offre accesso ad internet come attività ancillare

Cosi’ toglie il vincolo che dipendeva dal codice delle comunicazioni.

Cosi’ sarebbe effettivamente una semplificazione: via il log con Maroni, via obblighi da operatori con il Governo Letta.

Pero’ il Governo Letta vuole introdurre il vincolo che l’allora ministro Maroni si era rifutato di inserire.

Cosa significa questo per gli esercenti ?

Che se avevano un access point di cui davano la password WPA agli ospiti (penso a pensioni, agriturismi, bar, ecc.), adesso con ogni probabilità dovranno sostituirli con altri Access Point che consentano di tenere il log del mac address; poi dovranno installare e mantenere un server che raccolga e custodisca i log (per un tempo indefinito), sicurizzandolo.

Peso el tapòn del buso.

Forse non si rendono conto che questo causerà la chiusura di un montagna di Wifi, di tutti quelli che non spenderanno un migliaio o più di euro per una cosa *inutile* essendo mac address facilmente modificabile.

Gira voce che il governo presenterà un emendamento che preveda la conservazione di log di IP address, MAC address, timestamp.

E che questi, verrebbe deciso per legge, non sarebbero dati personali.

Ma hanno parlato col garante ???

Si potrebbe in pari modo stabilire per legge che il ghiaccio che cade dal cielo non sia grandine.

E le modalità di tenuta dei log ? ed i tempi di conservazione ? e la sicurzizzazione ? e le sanzioni in caso di violazione ? per tenere dati che solo i buoni (ovvero quelli che non interessa tracciare) non modificherebbero giacchè eventuali cattivi lo modificano in pochi secondi (ad esempio con apposita app per android o da command line in linux).

Poi vai in qualche paese europeo e compri un telefonino ed una sim anonima (oltre alle molte migliaia vendute abusivamente in italia) e ti colleghi senza alcuna possibilità di tracciamento…

Mi ricorda chi pesta l’acqua nel mortaio.

E non mi si dica che “c’è in europa”, perchè ad esempio in due situazioni che conosco, in spagna proprio non c’è obbligo di log dei mac address ed in UK persino la data retention per gli operatori di comunicazioni è un Code of practice volontario.

Riassumo: un provvedimento che complica anzichè semplificare, che aumenta i costi per chi decide caparbiamente di insistere, per mantenere dati personali con modalità non specificate, di più che dubbia efficacia.

Abbiamo proprio bisogno di una tale liberalizzazione complicatrice ?

Share this article!

Share.

About Author

Leave A Reply