Verso la decisione amministrativa algoritmica?

Il contributo affronta il tema del ricorso a formule algoritmiche ai fini dell’adozione di decisioni amministrative. Dopo avere individuato i principali vantaggi che deriverebbero da un più avanzato livello di digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni, sia in termini di maggiore rapidità ed efficienza dell’azione, sia di razionalizzazione dell’organizzazione, l’articolo analizza le maggiori criticità legate all’utilizzo dell’algoritmo in funzione decidente, anche attraverso un richiamo al caso della sua applicazione nel procedimento nazionale di assunzione degli insegnanti, oggetto di un importante contenzioso davanti al giudice amministrativo. In particolare, tra le maggiori criticità, si individuano la difficoltà di assicurare la trasparenza e la conoscibilità dell’algoritmo, specialmente ove l’attività amministrativa sia di natura discrezionale, nonché la necessità, in ogni caso, di attribuire la responsabilità della decisione all’organo per legge competente.

The article addresses the issue of using algorithms to adopt administrative decisions. After identifying the main advantages that would derive from a more advanced level of digitalization, in terms of greater speed and efficiency of administrative action, but also of rationalization of the organization of public administrations, the article analyzes the major criticalities related to the use of algorithms to adopt administrative decisions, also referring to the judicial decision on the application of the algorithm in the national recruitment procedure for teachers. In particular, the main criticalities include the difficulty of ensuring the transparency and knowability of the algorithm, especially in case of administrative discretion, as well as the need, in any case, to attribute liability for the decision to the competent body.

Share this article!

Share.