The market place of ideas nell’era della post-verità: quali responsabilità per gli attori pubblici e privati online?

Nella società dell’informazione il web è diventato fonte di notizie e di conoscenza. Una sempre maggiore fetta della popolazione tende a soddisfare il proprio bisogno informativo attraverso la consultazione di svariate piattaforme online sebbene i tradizionali canali di comunicazione quali TV e radio conservino tutt’ora un ruolo rilevante. L’aumento delle fonti di informazioni ha condotto ad un incremento del pluralismo informativo rendendo spesso difficile per il cittadino medio discernere tra le numerose informazioni offerte sulla rete. Grazie alla possibilità di accedere a tali contenuti direttamente dal proprio device in ogni momento della giornata, le notizie online hanno assunto una forte influenza sulla formazione dell’opinione pubblica e, di conseguenza, sulla società nel suo insieme. Negli ultimi mesi la sempre maggiore diffusione di notizie false sul web, conosciute come fake news, ha acceso il dibattito sulla libertà di espressione e sui diritti degli utenti nel free market place of ideas. In tale contesto, nonostante il concetto di free market place of ideas possa affascinare i difensori della libertà di espressione, tuttavia nell’attuale sistema europeo dei diritti non è possibile far prevalere incondizionatamente la libertà di espressione sugli altri diritti fondamentali che, in quanto tali, meritano di essere tutelati attraverso un’attività di bilanciamento che avviene ex-ante da parte del legislatore in sede di emanazione delle leggi o ex-post da parte delle Corti. A tal punto, risulta necessario un ripensamento del concetto di free market place of ideas, e, pertanto, sarà opportuno esaminare il ruolo degli attori pubblici e degli attori privati nella società dell’informazione – o meglio nel nuovo digital market place of ideas.

In the information society, the Internet has become one of the main source of information and knowledge. People increasingly rely on different online platforms in order to satisfy their information needs although the traditional channels of communications, such as TV and radio, still play a relevant role. However, the development of new sources of information has led to the increase of media pluralism, making particularly difficult for citizens to understand the level of truth of the online information. Moreover, thanks to the possibility to access online contents directly by using personal devices in any situation, the online information has strongly impacted on the formation of the public opinion and, consequently, on the overall society. In the last months, the diffusion of fake news on the Internet has led to the development of a debate about the freedom of expression online and the rights of users in the free market place of ideas. Although the free market place of ideas doctrine could fascinate the supporters of freedom of expression, however, in the current European framework of protection of fundamental rights, freedom of expression cannot always prevail over the other fundamental rights which deserve protection through the balancing activity performed by public actors. Hence, it is necessary to contextualize the free market place of ideas doctrine in the information society in order to understand the role of public and private actors in the new digital market place of ideas.

Share this article!

Share.