Memoria ed oblio: due reali antagonisti?

Il principale obiettivo di questo saggio è mettere in discussione l’idea che il diritto all’oblio e il diritto alla memoria siano diritti antagonisti. Nel linguaggio comune ricordare e dimenticare identificano attività e risultati diversi. Così non è nel diritto europeo. Diritto all’oblio e diritto alla memoria identificano due sezioni temporali del diritto all’identità. Il diritto all’obio è la proiezione nel futuro del diritto all’identità (per questo esso si atteggia anche come diritto alla correzione dei propri dati personali). Il diritto alla memoria cristallizza l’identità del soggetto nel passato. In particolare il saggio è volto a dimostrare l’esistenza di un duplice diritto alla memoria: un diritto alla memoria individuale e un diritto alla memoria collettiva.

 

The main goal of this paper is to demonstrate that the right to oblivion and the right to memory are not in conflict. Traditionally, forgetting and remembering indicate opposite activities and opposite purposes. Indeed, in European law these rights converge to the same purpose: the right to personal  identity. The right to be forgotten identifies the right to protect personal identity in the future (right to modify personal data); the right to memory consists of the right to preserve the identity of the past. In particular, this paper aims to demonstrate the existence of a two-fold right to memory: a personal and a collective one.

Share this article!

Share.