La legislazione antiterrorismo in Francia e in Russia. Un difficile equilibrio tra sicurezza dei cittadini e diritti

Il paper analizza attraverso una prospettiva comparata i più recenti sviluppi legislativi in materia di antiterrorismo in Francia e Russia, soffermandosi in particolare sugli effetti che queste hanno avuto sulla regolamentazione di internet. La recente approvazione della “legge SILT” ha permesso alla Francia di dotarsi di una legge antiterrorismo ad hoc, che ha permesso al Paese superare il ripetuto ricorso allo stato d’urgenza. Il c.d. “pacchetto Yarovaya”ha rappresentato un’ulteriore evoluzione della regolazione internet in chiave antiterrorismo per il regime di Mosca. In conclusione, il paper affronta gli effetti delle due leggi sulla complicata relazione tra sicurezza e tutela dei diritti.

The paper analyses through a comparative perspective the most recent development of the anti-terrorism legislation in France and Russia, with a special focus on their effects on the internet regulations. The recent approval of the “SILT law” endowed France of a specific anti-terrorism law that allowed the country to go beyond the repeated proclamation of the etat d’urgence. On the other side, the “Yarovaya package” represents a new crucial step for the Russian regime to regulate the internet in order to prevent terrorism. At the end, the paper deals with the evaluation of the effects of both law on the fragile balance between security and rights protection.

Share this article!

Share.