La giustizia penale nello specchio deformante della cronaca giudiziaria

Il contributo sottolinea il ruolo costituzionale dell’informazione giudiziaria: un irrinunciabile controllo democratico di come in concreto è esercitata la giustizia. L’Autore constata tuttavia la scadente qualità che da tempo contraddistingue tale tipo di informazione, analizzando quali ne sono le cause e quali soprattutto gli effetti perversi. Nonostante il pericoloso iato fra narrazione mediatica e celebrazione dei processi tenda a delegittimare agli occhi dell’opinione pubblica l’attività dell’autorità giudiziaria, si ribadisce con forza l’indefettibilità del controllo giornalistico sull’andamento dei processi; a tal fine, l’Autore indica le condizioni normative e deontologiche che meglio potrebbero favorire l’esercizio dell’informazione giudiziaria nell’ottica che la Costituzione le assegna, pur nella consapevolezza che non esistono soluzioni pienamente risolutive dei rapporti fra media e giustizia.

The essay focuses on the crucial constitutional role of media coverage of criminal cases as a prerequisite for democratic control over the administration of justice. The author points out that significant weaknesses affect media coverage in this context and explores the possible causes and the negative effects of said deficit. Even though trial-by-media is likely to undermine and delegitimize the administration of justice to the general public, the author highlights the crucial role of press coverage of criminal trials. To this end, the essay lays down a set of legal and ethical rules which would foster the exercise of freedom of information in the context of criminal proceedings in accordance with its constitutional mandate, despite the inherently critical relationship between media and criminal justice.

Share this article!

Share.