Piccolo cane grandissima coda (aka ho visto la luce..)

0

Google ha depositato una memoria alla FCC riguardante i regimi di remunerazione dello scambio di traffico tra operatori.

Nel doc allegato ha confrontato l’andamento del traffico voce con quello del traffico dati sostenendo che non si deve condizionare il secondo a causa del primo perchè sebbene all’inizio il cane fosse la voce e la piccolissima coda era il traffico dati, adesso la coda è enormemente più grande del cane (interessanti i grafici allegati qui).

Ciò sarebbe del tutto corretto se non fosse la voce a sussidiare economicamente i dati (in misura inferiore sul fisso (2:1 circa), in misura assai rilevante nel wireless (1 ordine di grandezza)).

La coda è grande, ma il portafogli sta nel cane. Certo, si potrebbe ribilanciare e ricollegare i prezzi ai costi, sarebbe bene farlo, ma siamo disposti a degli aumenti generalizzati ?)

Un passaggio del documento invece mi ha dato da pensare:

We explained that, pursuant to Sections 251(a) and 256 of the Communications Act, as amended, telecommunications carriers have an obligation “to interconnect directly or indirectly with the facilities and equipment of other telecommunications carriers,” as well as “to ensure the ability of users and information providers to seamlessly and transparently transmit and receive information between and across telecommunications networks.”

Per i grandi di Internet, guai a parlare di riclassificazione di Internet da applicazione (Title 1) a Title 2 (“broadcast services” che includono TV e TLC).

Adesso credo che ho visto la luce..

Non lo avevo capito quando avevo scritto questo pezzo circa la riclassificazione e Youtube (che ancora considero un ragionamento fondato). non avevo proprio capito.

Se vogliamo e’ ununa riflessione ulteriore sul ragionamento sulla net neutrality che facevo qui  e di cui ho parlato per un paio d’ore qualche sera fa con P. (BTW, notizie positive x la net neutrality, a breve..))

Pensiamoci un attimo….

  • Uno degli obiettivi che si sono dati i regolatori è accelerare la number portability fino  a poterla fare nello stesso giorno. L’obiettivo è assicurare la massima “migrabilità” di un  utente da un fornitore all’atro.
  • Elementi centrali della strategia delle internet companies sono effetti rete e lockin degli utenti.

E’ chiaro che c’e’ una asimmetria regolamentare.

Quando parlavo di Diaspora e della diatriba tra Google e Facebook per la portabilità dei profili utente, scrivevo:

Io amo Internet, quella dei protocolli, del rough consensus and running code, non quella dei servizi centralizzati o comunque proprietari. Ecco, forse Diaspora poteva nascere come RFC (e magari avere fortuna migliore di altre iniziative simili).  Mi pare che il ruolo delle università in Internet sia un po’ scemato.

Immaginiamo la mail che nasca ora: non c’e’ nessuno che usa la mail. Parte mailbook.com e offre la mail. la fa aperta ed interoperabile ? no; dice (legittimamente) “venite tutti da me perche’ offro la mail” Internet non poteva nascere fuori dalle università: il privato cerca di massimizzare il proprio interesse, di raggiungere autnomamente la massa critica perchè una volta che ce l’hai, hai conquistato il mondo.

ecco, forse su questo “(legittimamente)” c’e’ da lavorare.

il lockin è elemento centrale della strategia online.

Mi chiedo, quando questo diventa dominanza ? e abusivo ?

Quel poco che ho superficialmente imparato di antitrust pensa agli utenti come clienti e punisce gli abusi di pratiche che sfruttano il lockin.

ma qui (OTT) gli utenti sono il “prodotto” che il gestore vende agli inserzionisti.

e il lockin è centrale perchè consente di acquisire una posizione dominante sul prodotto da vendere.

pensiamo un attimo ad eBay. Quanto ha innovato negli ultimi 5 anni ? c’e’ un marketplace alternativo, di fatto ? questo è bene o male per l’innovazione ?

non sono un avvocato e non ne so abbastanza e mi-vi chiedo: si possono pensare dei meccanismi di regolamentazione asimmetrica per cui, quando raggiungi un certo livello di soglia, vieni notificato come avente significativo potere di mercato (per effetto del lockin e degli effetti rete) e non puoi piu’ fare lockin e sei obbligato a garantire la portabilità del profilo (analogo alla portabilità del numero per gli operatori telco) e ad interoperare secondo standard ? (come gli operatori telefonici ?)

non è che se i servizi internet, oggi “OTT” fossero classificati come Title 1, potrebbero essere obbligati a cosine tipo, appunto, la portabilità del profilo e l’interoperabilità ? (aka non essere più verticalmente integrati)

(forse ho solo mangiato pesante…)

Share this article!

Share.

About Author

Leave A Reply