Motori di ricerca e pluralismo dell’informazione – 11 marzo 2015

0

L’ Istituto Italiano per la Privacy e la Valorizzazione dei Dati (“IIP”)

e

Stradeonline Webmagazine

 

Presentano lo studio dal titolo

“EFFETTI DEI MOTORI DI RICERCA SUL PLURALISMO DELL’INFORMAZIONE

Aspetti giuridici e di analisi econometrica”

 

Programma dei lavori 

Introduzione di Luca Bolognini – Presidente dell’Istituto Italiano Privacy e la Valorizzazione dei Dati, avvocato ICT Legal Consulting

 

Presentazione dello studio

Analisi giuridica di Lucio Scudiero – Fellow dell’Istituto Italiano Privacy e Redazione Stradeonline

Analisi econometrica di Francesco Corea – Ricercatore dell’Università Luiss Guido Carli

 

Discussione

 

Oreste Pollicino – Professore Università commerciale Luigi Bocconi, Milano, of Counsel presso Portolano
Cavallo Studio Legale

Luca Bolognini – Presidente Istituto Italiano per la Privacy e la Valorizzazione dei Dati, avvocato partner ICT Legal Consulting

Marco Esposito – Direttore responsabile di Giornalettismo

On. Gianfranco Librandi  – Scelta Civica

On. Antonio Palmieri – Forza Italia

Sen. Johnny Crosio – Lega Nord

Sen. Andrea Marcucci – Partito Democratico

Modera Piercamillo Falasca – Direttore responsabile di Stradeonline

 

11 marzo 2015, ore 10,30

Camera dei Deputati, Sala del Cenacolo, Vicolo Valdina – Roma

La S.V. è invitata. Posti limitati, si accettano registrazioni entro il 9 marzo 2015 via email a info@istitutoitalianoprivacy.it

Sintesi dello Studio

Quali sono gli effetti dei motori di ricerca sul pluralismo dell’informazione? Lo studio realizzato dall’Istituto Italiano per la Privacy e la Valorizzazione dei Dati prova a dipanare le fila della discussione su uno dei temi di policy più caldi degli ultimi anni – mentre anche in Italia si discute di una possibile “tassa sui link” organizzati dagli aggregatori di notizie – cercando la risposta alla domanda iniziale nel diritto europeo e nella relativa giurisprudenza (CEDU e CGE, non ultima la sentenza Google Spain) sull’interpretazione del diritto all’informazione e del concetto di “editore”, a cui viene associata un’analisi di matrice econometrica volta a chiarire se ed in che misura i search engines promuovono le visualizzazioni dei contenuti editoriali prodotti ogni giorno dal web: il risultato di questa analisi ha rivelato che tanto più piccolo è il sito, tanto maggiore è l’effetto positivo dei motori di ricerca sull’accesso ai contenuti che esso diffonde.

Share this article!

Share.

About Author

Leave A Reply