L’utilizzo dei c.d. trojan horses nelle indagini penali e la tutela “progressiva” della liberta’ e segretezza delle comunicazioni – Law and Media Working Paper Series no. 14/2016

0

Law and Media Working Paper Series
no. 14/2016

S.Romano-C. Sorio, L’utilizzo dei c.d. trojan horses nelle indagini penali e la tutela “progressiva” della liberta’ e segretezza delle comunicazioni (download)

Indice: 1. Le necessarie coordinate costituzionali della tutela della riservatezza delle comunicazioni. – 2. L’art. 8 CEDU e la tutela europea della libertà e segretezza delle comunicazioni. – 3. Le Sezioni Unite “Scurato”: l’approdo della giurisprudenza di legittimità in materia di utilizzo di virus tipo “trojan horse” nelle indagini penali. – 3.1. L’interpretazione del combinato disposto dell’art. 266 comma 2 c.p.p. e dell’art.  13 d.l. 152/1991 fornita dalle Sezioni Unite. –  3.2. La nozione di “criminalità organizzata” adottata dalle Sezioni Unite. – 3.3. Il rispetto della riserva di legge alla luce della giurisprudenza della Corte Edu: la c.d. quality of law. – 4. Riflessioni conclusive.

Share this article!

Share.

About Author

Leave A Reply