Lui è peggio di me (Google vs. Bing)

0

E’ stato rilasciato da poco questo paper “Defining and Measuring Search Bias: Some Preliminary Evidence” che si propone di valutare se ci sia una influenza dei risultati dei motori di ricerca per favorire i propri contenuti.
Ovviamente ha fatto molto discutere. (BTW, questo approfondimento sulla search neutrality e’ molto interessante)
L’autore gia un annetto fa aveva scritto un paper (SSRN-id1577556) che concludeva che anche se Google non fosse procompetitivo, l’antitrust farebbe bene a non prendere iniziative contro di Google:
The point is not that we know that Google’s conduct is procompetitive, but rather that the very uncertainty surrounding it counsels caution,not aggression
Nel paper rilasciato poco fa,viene affermato che
Bing´s own-content referring search results rank that content significantly higher than its rivals do more frequently than Google does. In other words, rivals are more likely to agree with Google´s algorithmic assessment that its own content is relevant to user queries.
Google refers to its own content within its Top 5 results when no other engine references this content at all for 88.7% of queries.
when Bing refers to Microsoft content in any of its Top 1, 3, 5 or First Page of results, rival engines do not refer to this content at all for over 97% of queries.
E anche qui si conclude che è meglio che l’antitrust non tocchi il mercato dei motori di ricerca:
Serious care must be taken so as not to deter vigorous competition between search engines and the natural competitive process between rivals constantly vying to best one another to serve consumers
Come vi aspettereste, non sono d’accordo.
Intanto un paio di considerazioni:
“cosi’ fan tutti” non è una giustificazione
se anche il delta e’ il 8% (tra 89 e 97%), dato che uno ha 10 volte gli utenti dell’altro, l’effetto dell’influenza e’ maggiore anche “comportandosi meglio”
Come nella finanza non tutti possono giocare tutti i ruoli, imho anche qui dovrebbe esserci una separazione per garantire il non conflitto di interessi: vuoi fare il motore di ricerca ? non puoi fare il fornitore di contenuti.
Very easy e taglia ogni possibile conflitto ed ipotesi di abuso alla base.
Un’ultima annotazione: molto interessanti questi di cui avevo una sensazione ma che non avevo visto misurati e scritti (essendo il paper apologetico, immagino siano giusti)
Using click-through data, they find, unsurprisingly, that the first search result tends to receive the most clicks, at an average rate of 72%; while the second and third results receive on average 13% and 8% of clicks.

Share this article!

Share.

About Author

Leave A Reply