LEGAL TECH FORUM 2017: la “piazza” bolognese delle tecnologie legali

0

Grazie alla Terza Edizione del Legal Tech Forum tenutasi lo scorso 23 novembre, Bologna si è confermata come uno dei principali centri italiani per l’innovazione, capace di riunire le esperienze e le conoscenze di alcuni fra i principali esperti dell’ambito legale e tecnologico (tra cui Baker&McKenzie, Gruppo Mediaset, LCA Studio Legale, Simmons&Simmons, Sky Italia, Studio Previti e molti altri)

Il Legal Tech Forum, promosso da Kopjra, start-up fondata da Tommaso Grotto, Matteo Scapin ed Emanuele Casadio, rappresenta una proposta senz’altro unica nel suo genere, soprattutto in un Paese dove le start-up innovative nel settore legale non hanno ancora superato lo 0,1% del totale.

Per la terza edizione l’obiettivo degli organizzatori è stato quello di proporre una conferenza multitematica, che toccasse numerosi punti da Artificial Intelligence a Blockchain, da Legal Automation a Cyber Insurance e GDPR, passando per IP Protection e Industria 4.0. Tutto ciò allo scopo di rispondere alla necessità di confronto e scambio fra avvocati e imprenditori, per comprendere meglio le problematiche (e le potenzialità) di una rivoluzione che coinvolge molteplici fronti. Essere consapevoli di tutte le novità e delle sfide che il settore legale si troverà davanti, per riuscire a cogliere le migliori opportunità: questo è lo spirito di fondo dell’iniziativa.

Sono previsti alcuni importanti follow-up del Forum. Ne sono una prova i progetti già in campo per il 2018, a cominciare dal portale Academy che verrà lanciato nel primo trimestre del nuovo anno. Si tratta di un portale divulgativo e scientifico che permetterà a professionisti e studenti (con una fee agevolata per questi ultimi) di rivedere online tutte le registrazioni degli interventi tenuti durante le prime tre edizioni del Legal Tech Forum, oltre che di accedere ai numerosi contributi che verranno via via aggiunti nelle rubriche gestite dalle imprese e dagli studi legali sponsor del progetto.

In parallelo a questo si lavorerà anche alla creazione di una mappa interattiva per censire l’ecosistema legal tech, che darà risalto sia alle start-up attualmente operanti nel settore, sia ai vari fondi di investimento, studi legali e università che le supportano.

A seguire verrà proposto un “GDPR Tour”, che consisterà in una serie di workshop itineranti tenuti in varie città italiane, per approfondire dal punto di vista legale tutta una serie di dinamiche legate al nuovo regolamento europeo, senza però tralasciare gli aspetti più strettamente tecnici ed informatici.

Ma il progetto più rilevante per incentivare la crescita del settore è sicuramente la nuova edizione Under 35 del Legal Tech Forum: una conferenza pensata per dare spazio ai migliori studenti e giovani professionisti nell’ambito del cyber diritto, che concorreranno presentando progetti, casi di studio o tesi di laurea o dottorato, il tutto per aggiudicarsi come premio alcuni tirocini retribuiti negli studi legali partner dell’evento (mentre, nel caso dei partecipanti già inseriti nel mondo lavorativo, saranno messi in palio voucher e sconti per incentivare l’aggiornamento e la continua formazione in questa disciplina).

Come spiega lo stesso Tommaso Grotto, CEO di Kopjra: “L’intento è quello di diventare un punto di incontro fra neolaureati, boutiques e grandi studi internazionali, facendo convergere domanda e offerta per tutte le posizioni lavorative aperte nel settore”. Una sorta di “legal tech talent searching”, quindi, che si configurerà come un impegno continuativo da portare avanti anche dopo la conferenza, continuando a raccogliere curriculum dei migliori candidati provenienti dalle università di tutta Italia, per metterli poi in contatto con gli studi partner.

Tutta una serie di nuove iniziative per un progetto sempre più ricco, che mira a mantenere alto il profilo e contemporaneamente a rendere il proprio seguito sempre più ampio e variegato, puntando finalmente sulle nuove generazioni come principale motore del rinnovamento della professione forense.

 

Share this article!

Share.

About Author

Leave A Reply