In un Master il diritto del futuro

0

A SETTEMBRE PARTIRA’ LA QUINTA EDIZIONE DELL’LLM IN LAW OF INTERNET TECHNOLOGY, DIRETTO DA ORESTE POLLICINO E COORDINATO DA MARCO BASSINI. LE ISCRIZIONI SI CHIUDERANNO A GIUGNO

Un programma innovativo, interamente in inglese, della durata di 12 mesi, dedicato al diritto applicato all’ambito digitale e dell’innovazione tecnologica, visti in una prospettiva internazionale. Il Master LLM in Law of Internet Technology dell’Università Bocconi, diretto da Oreste Pollicino e coordinato da Marco Bassini, è uno dei pochissimi in Europa con queste specificità, ma va anche oltre: “Nel master non forniamo solo una formazione teorica sulla materia” spiega Marco Bassini, “ma anche il contatto con realtà professionali grazie al network Bocconi. Tra i docenti, infatti, non figurano solo professori di alcune prestigiose università di tutto il mondo, ma anche avvocati, professionisti, rappresentanti delle istituzioni, sia italiane sia europee. Per loro è l’occasione per prendere subito contatto con i nostri diplomati. Inoltre, non ci soffermiamo solo su alcune tematiche come, per esempio, il diritto d’autore, ma diamo una formazione giuridica a tutto tondo”.

Il programma è in inglese, una scelta dettata dalla considerazione che il diritto in ambito digitale è molto spesso sovranazionale, come spiega ancora Bassini: “Il nostro focus è sull’Europa, ma anche sugli Stati Uniti. La decisione di farlo in inglese ci consente di avere una classe con forte componente internazionale (adesso intorno al 30-40%), nell’edizione attuale, la quarta”, continua il docente, “abbiamo per la prima volta una studentessa americana e un’altra canadese, paesi nei quali vi è una forte presenza di programmi con queste caratteristiche. E’ la dimostrazione che stiamo lavorando bene”.
Come conferma anche chi il master l’ha frequentato e, anche grazie a esso, oggi lavora a Milano in uno degli studi legali tributari più importanti al mondo, Dentons Europe Studio Legale Tributario, dove si occupa di protezione dei dati personali nuove tecnologie. “Sono materie alle quali mi ero avvicinata già negli ultimi anni degli studi universitari”, spiega Cecilia Canova, laureata in Giurisprudenza all’Università di Torino e che ha frequentato l’edizione 2019-2020 del master, “quella per metà in presenza e per l’altra metà in distance, un po’ come tutto. Le materie trattate nel programma sono molto attuali, internazionali e le discipline che le regolano sono in gran parte ancora da scrivere.

Specializzarsi in questo ambito era un’ottima opportunità per aumentare le mie chance sul mercato del lavoro”. Un altro punto di forza dell’LLM in Law of Internet Technology è l’internazionalità, sia del corpo docente sia degli studenti: “I docenti provengono da alcune delle più importanti università del mondo e frequentare le loro lezioni significa confrontarsi con approcci e metodologie di studio diversi, così come studiare con colleghi di altri paesi è un’esperienza che arricchisce sul piano personale. Vi è poi un ulteriore aspetto”, prosegue Cecilia Canova, “molto importante. Il fatto che tra i docenti vi siano anche avvocati e professionisti dà un taglio più pratico al programma e l’opportunità di avere un filo diretto con il mondo del lavoro”.
La quinta edizione del Master, che prenderà il via a settembre 2021 sia per il programma full time (durata 1 anno) sia per quello part time (durata 2 anni), è giunta all’ultimo round di application, che si chiuderà a giugno.

Share this article!

Share.

About Author

Comments are closed.